Archivio

marketing.

Piccoli ma con un grande cuore

Tecnostudi comunicazione Bologna brand
Piccoli ma con un grande cuore

Il colibrì è il simbolo che accompagna il nostro brand ormai da alcuni anni. Molti ci chiedono se lo abbiamo scelto solo perché è pittoresco e un po’ esotico, oppure se ha un significato. Il significato ce l’ha eccome! C’è infatti una bellissima leggenda africana che è per noi di grande ispirazione. Essa narra che un giorno, nella foresta, scoppiò un grande incendio. Di fronte all’avanzare delle fiamme, tutti gli animali scapparono terrorizzati mentre il fuoco distruggeva ogni cosa senza pietà. Fuggirono nel grande fiume per cercare la salvezza e mentre erano immersi nelle sue acque discutendo sul da farsi, un piccolo colibrì arrivò veloce e raccolse nel suo becco una goccia d’acqua. Si diresse verso l’incendio e la lasciò cadere tra le fiamme. Lo fece e rifece molte volte, mentre l’incendio avanzava inesorabile. A quel punto, il leone gli urlò: “Cosa fai colibrì?” “Sto spegnendo l’incendio!” Il leone e gli altri animali risero “Non vedi che non serve a nulla?” Ma l’uccellino continuava a gettare ogni goccia d’acqua sull’incendio. I cuccioli lo guardavano ammirati e prima un piccolo elefante poi un giovane pellicano presero l’acqua dal fiume e la gettarono tra le fiamme. Ben presto i cuccioli, dimenticando le loro rivalità, aiutarono il colibrì a fermare l’avanzata del... Leggi tutto

Talento o duro lavoro? Le teorie sul successo applicate al marketing

Tecnostudi comunicazione Bologna Talento
Talento o duro lavoro? Le teorie sul successo applicate al marketing

Molti sono gli studi condotti sul successo e sulle persone che lo ottengono. Come si comportano, le “10 abitudini” che tutti hanno, cosa fare per diventare come loro… Ci sono altresì due grandi correnti che si esprimono a proposito del percorso che porta al successo, che sia quello ottenuto nel business, negli sport, nelle attività intellettuali e in generale in qualunque campo in cui gli esseri umani si applicano. Alcuni sostengono che esso è causato in gran parte dal talento, e che il talento è innato: “nato con la camicia” è la frase che utilizzano spesso per identificare chi era proprio destinato a quei traguardi. Inoltre, coloro che sostengono questo punto di vista, credono fermamente che chi il talento non ce l’ha fin dall’inizio, sarà sempre relegato a ruoli di secondo piano. Potrà impegnarsi allo strenuo e magari diventare anche molto bravo, ma non sarà mai un fuoriclasse. Un’altra corrente rifiuta invece categoricamente questa sorta di predestinazione e sostiene fino all’inverosimile che CHIUNQUE può raggiungere QUALUNQUE TRAGUARDO. Fino all’inverosimile nel senso che molto spesso costoro si imbarcano in imprese a prima vista senza speranza. Sono coloro che si impegnano contro tutto e tutti. A volte falliscono miseramente, a volte ottengono risultati insperabili. Come... Leggi tutto

I bias cognitivi e il marketing: scelte affrettate, scelte sbagliate

Tecnostudi comunicazione Bologna per Bias cognitivi
I bias cognitivi e il marketing: scelte affrettate, scelte sbagliate

Razionalità o emozioni a guidare le scelte? Come più volte abbiamo avuto modo di sostenere, gli umani non sono sempre razionali, benché amiamo molto definirci esseri raziocinanti e dominati dalla logica. Gli ambiti del marketing e degli acquisti ne sono una prova inconfutabile, ma è in realtà in ogni aspetto della nostra esistenza che l’influsso di emozioni, intuizioni e sensazioni spesso dirigono le nostre opinioni e le nostre scelte. Ciò è spiegabile in maniera molto semplice ed evolutivamente motivata: il pensiero razionale è lento e faticoso, ci richiede molte energie e a volte abbiamo invece necessità di fare scelte immediate. Per rendere automatici determinati processi e semplificarci quindi la sopravvivenza in un mondo in cui gli stimoli sono migliaia e le decisioni da prendere altrettante, è necessario imboccare qualche scorciatoia, creare insiemi e sottoinsiemi che spesso non tengono conto della complessità. Come si apre una porta? Come si sale una scala, come si scavalca un ostacolo, come si impugna un attrezzo… tutte attività per noi quotidiane, che compiamo automaticamente grazie a percorsi neuronali ormai assodati, che ci permettono di assimilare il rubinetto di una doccia di design a quello di casa nostra e a mettere in atto comportamenti adatti a farlo funzionare anche... Leggi tutto

Social Media, ultima frontiera del marketing

Tecnostudi comunicazione Bologna - Ultima frontiera social
Social Media, ultima frontiera del marketing

AVVERTENZE: questo articolo è anche un omaggio alla serie tv Star Trek: parleremo di cose serie, tranquilli, ma ci divertiremo a farlo con uno stile un po’ particolare ;-) Giornale di bordo del capitano. Data astrale 20 gennaio 2018 Lo spazio che oggi viene definito “marketing” ci risulta ancora un orizzonte da scoprire. Molti avventurieri hanno cercato la fine di questo immenso universo, ma possiamo quasi dire con certezza che fino a quando la creatività e la razionalità umana avranno capacità di evolversi, non esisterà questo limite. Negli ultimi anni astrali una nuova forza cosmica ha aperto nuove traiettorie per i naviganti del marketing: la galassia dei social network, dove anche le migliori flotte con gli equipaggi più esperti possono perdersi e compiere errori irreparabili. Questa è la nostra esperienza a memoria di chi come noi volesse affrontare questa sfida con successo. Analizzare ed esplorare Come suggerisce il secondo ufficiale Data, “La base della saggezza è dire: non lo so”. Abbiamo imparato dalle nostre avventure al fianco delle aziende che hanno scelto la nostra flotta, che prima ancora di fare pianificazioni e strategie, di produrre proiezioni e di predire risultati, è importante ammettere che non sappiamo nulla fino a quando non lo abbiamo elaborato con l’esperienza... Leggi tutto

Perché non ti farò un preventivo ma ti darò una Batmobile

Tecnostudi Comunicazione Bologna - preventivi
Perché non ti farò un preventivo ma ti darò una Batmobile

La prima parte del titolo sembra un’affermazione supponente e autolesionista: perché non dovrei fare un preventivo ad un potenziale cliente interessato? Cercherò di motivare la ragione per cui se mi viene chiesta una quotazione “a freddo”, io mi rifiuto. Le tre ragioni per non fare un preventivo La prima ragione è molto semplice in realtà: nel nostro lavoro non esistono preventivi. La classica lista di prodotti col prezzo a fianco è inconcepibile: ogni progetto ha le sue caratteristiche, ogni cliente le sue particolarità. Questo vale per chiunque faccia servizi su misura, alcune voci possono essere standardizzate ma il vero cuore di ogni progetto è pensato e tarato su ogni singolo cliente. Un secondo motivo, che ha basi commerciali, è che un appuntamento e una bella chiacchierata con il potenziale cliente servono solitamente a porre le basi di una relazione personale, a fare le domande giuste, a confezionare un preventivo migliore, a mettere in atto una serie di strategie già orientate alla vendita. I primi due motivi, dunque, li condividiamo con la maggior parte delle altre agenzie di comunicazione (e non solo), ma c’è anche una terza ragione, che posso dire essere tipicamente nostra. Molto spesso, infatti, nemmeno dopo questi due step quello successivo per noi comprende... Leggi tutto

Il nostro perché

Tecnostudi Comunicazione Bologna - inseguire un perché
Il nostro perché

Molte aziende, all’interno dei loro siti, riportano una sezione che spiega quali sono la loro Vision e Mission. Sono concetti molto importanti e troppo spesso ignorati nel day by day, quando l’urgenza e l’emergenza prendono il sopravvento. Ma c’è un concetto che a mio avviso è ancora più importante, e che cerchiamo di tener ben presente in Tecnostudi in ogni fase del nostro lavoro: il nostro perché. Partire dai Perché Simon Sinek, nel suo bestseller Partire dai Perché, illustra in maniera molto dettagliata quanto possa fare la differenza nello sviluppo di un’azienda il fatto che tenga o meno presente i propri perché, l’ispirazione su cui è stata fondata, gli ideali da cui è partita. Il perché, infatti, è quel sacro fuoco che ha animato il fondatore in quelle notti in cui era viva in lui la battaglia tra i timori di lanciarsi in una nuova avventura e la passione verso ciò che lo animava, fino alla decisione di buttarsi verso l’ignoto e dar vita ad una nuova impresa. Ci sono molti perché famosi e densi di significato, che hanno portato al successo quegli imprenditori e quelle aziende: esempio ormai quasi abusato delle best practices nel marketing è quello di Apple, che con il suo... Leggi tutto

Un marketing a prova di k.o.: se Rocky Balboa fosse un imprenditore

Tecnostudi Comunicazione Bologna marketing
Un marketing a prova di k.o.: se Rocky Balboa fosse un imprenditore

Cosa c’entra Rocky Balboa con il marketing? Almeno una volta nella vita tutti abbiamo affrontato una sfida al ritmo di Eye of the Tiger, ma questo, ci spiace, non è l’argomento di oggi. Dobbiamo partire da un altro presupposto: ogni impresa all’inizio è un po’ come Balboa. O come Stallone, se preferite: come il suo personaggio più amato, infatti, anche Sylvester Stallone prima di diventare uno degli attori più pagati degli ultimi quarant’anni, era un Signor Nessuno. L’esordio di un’azienda nel competitivo mondo del marketing può essere difficile, costellato da fallimenti, piccole vittorie e tanta fatica: sì, è come salire per la prima volta su un ring. Allora quale allenatore migliore di Rocky per affrontare le sfide del mercato?   Sfrutta i mezzi a tua disposizione Dal primo episodio fino al quinto della saga cinematografica, la parte fondamentale della trama è costituita dall’allenamento di Rocky: il nostro pugile, spesso senza un soldo in tasca, si allena al massimo correndo in spiaggia e per la città di Philadelphia, dando pugni alle carcasse di animali in una cella frigorifera, saltando la corda o sollevando travi, rincorrendo galline. Se hai una piccola o media impresa non avrai probabilmente grandi strumenti a disposizione per fare marketing, né grossi budget,... Leggi tutto

Perché il remarketing è una strategia vincente durante le Feste natalizie

Tecnostudi Comunicazione Bologna - remarketing
Perché il remarketing è una strategia vincente durante le Feste natalizie

Uno degli incubi peggiori per un brand con un e-commerce è quello legato all’abbandono del carrello: non è sempre facile individuarne la causa, ma spesso questa è legata al fatto che il potenziale cliente durante la fase d’acquisto viene interrotto o distratto. La durata dell'attenzione online è di circa cinque secondi, quindi è facile perdere l’interesse durante la navigazione sul web.   Nel periodo delle feste natalizie, quando l’impulso dello shopping compulsivo conquista la maggior parte di noi e durante le quali veniamo sommersi da offerte e promozioni, è facile passare da un e-commerce all’altro dimenticando in fretta quello che fino a qualche secondo prima era finito nella nostra wishlist.   Per i brand si tratta di una vera e propria sfida che ha inizio ben prima del mese dicembre: ma come fare in modo che un utente che sta visitando il nostro shop online, non si dimentichi di noi tra uno zapping online e l’altro?   La soluzione c’è: remarketing, gioia e dolore dell’advertising digitale. Ma non perdiamo altro tempo, le feste si avvicinano: ecco quattro strategie collaudate di remarketing che vi permetteranno di trasformare i vostri potenziali clienti in acquirenti.   Crea annunci diversi Ricorda, all'interno del tuo target, per quanto possa essere piccolo, ci sono... Leggi tutto

Influencer Marketing: gli errori da non fare MAI

Tecnostudi comunicazione Bologna - influencer marketing
Influencer Marketing: gli errori da non fare MAI

Se credi che influencer marketing sia uguale a fashion blogger, youtubber e poco altro, è l’ora di farti una cultura su questa disciplina: sì, l’influencer marketing è una disciplina vera e propria e non si improvvisa. Il perché ce lo dicono i dati: secondo AdWeek, il 94% dei marketer che utilizzano le strategie di marketing con influenti ritiene che siano efficaci. Uno studio invece condotto da Ogilvy e Google ha rilevato anche che il 74% degli acquisti viene influenzato dal passaparola: quello che insomma fanno oggi gli influencer. Sfortunatamente, nella fretta di adottare una strategia di influencer marketing, alcuni brand commettono errori a volte piuttosto grossolani. Se non vuoi anche tu perderti tra telefonate, blogger day, liste infinite di email e microinfluencer e vip, scopri con noi cosa non devi assolutamente fare prima di avviare una campagna di influencer marketing.   1 - Non conosci il tuo pubblico Se non conosci veramente il tuo cliente, non sarai mai in grado di creare un'efficace strategia di influencer marketing a lungo termine. È importante conoscere le abitudini di acquisto, le informazioni demografiche, i comportamenti sociali del tuo potenziale consumatore prima di individuare gli influencer con cui lavorare. Inoltre, in questo modo, sarai in grado di... Leggi tutto

Produttività: perché nel marketing ci vuole disciplina come nel karate

Tecnostudi comunicazione Bologna marketing-karate
Produttività: perché nel marketing ci vuole disciplina come nel karate

Il maestro Miyagi (Karate Kid, hai presente?) diceva: “Quando cammini su strada, se cammini su destra va bene. Se cammini su sinistra, va bene. Se cammini nel mezzo, prima o poi rimani schiacciato come grappolo d'uva.   Ecco, Karate è stessa cosa. Se tu impari Karate va bene. Se non impari Karate va bene. Se tu impari Karate-Speriamo, ti schiacciano come uva.”   Cosa c’entra il karate con il marketing? Presto detto: che la tua sia una piccola impresa o una grande multinazionale, nel marketing devi prendere le cose seriamente o rischi di farti male. Ovviamente non metti in pericolo la tua vita, ma la tua brand reputation e cosa più importante il tuo budget. Nel karate, per evitare di finire subito col sedere sul tatami al primo combattimento, ci vuole molto molto allenamento. E nel marketing? Per migliorare la propria produttività occorrono tanto studio e una continua analisi di tutti i fattori interni, dall’efficienza alle competenze.   Monitora l’efficienza Quando i bilanci sono stretti - e anche quando non lo sono - il monitoraggio dell'efficienza e della produttività delle strategie di marketing è più importante che mai. Le modifiche del tuo target, le fluttuazioni economiche e persino il marketing di un tuo concorrente sono fattori esterni... Leggi tutto

Il nostro sito fa uso di Cookies per memorizzare alcuni tuoi dati e per offrirti la migliore esperienza di navigazione. Nella nostra Cookie Policy (link alla policy) puoi vedere tutti i cookies che utilizziamo e come esercitare i tuoi diritti in base al regolamento UE 2016/679 (GDPR). Cliccando sul pulsante accetti l’utilizzo dei Cookies per il nostro sito. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi