Archivio

comunicazione web.

L’importanza dello Store Locator in una strategia di local SEO per le grandi aziende

Tecnostudi comunicazione Bologna - store locator
L’importanza dello Store Locator in una strategia di local SEO per le grandi aziende

Le aziende che hanno catene di negozi di proprietà o attività che distribuiscono sul territorio i prodotti e servizi hanno la necessità di intercettare le ricerche locali correlate al proprio brand e di indirizzarle correttamente verso lo store più appropriato. Cos'è uno Store Locator? La maggior parte degli utenti web effettuano ricerche geolocalizzate, come ad esempio "nome marca + città", ed è fondamentale per l'azienda esserci nei risultati di ricerca e - naturalmente - fornire rapidamente all'utente le risposte che sta cercando. Lo Store Locator è un potente strumento per costruire e rafforzare un brand e la fidelizzazione in chi già conosce e sta cercando il brand; è un servizio che diventa di cruciale importanza quando un consumatore è alla ricerca di un prodotto e del punto vendita fisico più vicino. Perché la mia azienda ha bisogno di uno Store Locator? La necessità di stabilire uno stretto legame tra il brand, la sua rete e i suoi acquirenti risponde al bisogno di rimuovere l'ultimo ostacolo all'acquisto. I visitatori che consultano gli Store Locator dei marchi sono potenziali clienti con un alto livello di intenzione di acquisto. Far arrivare subito il consumatore laddove può comodamente recarsi per acquistare risolve il bisogno di acquisto compulsivo che... Leggi tutto

Social fail da incubo

Tecnostudi comunicazione Bologna - social media epic fail
Social fail da incubo

Qualcuno ha detto Halloween? Streghe, fantasmi e vampiri sono poca roba: per chi lavora come noi nel marketing digitale non c’è mostro, incubo, orrore più grande dell’epic fail! E dove si annidano gli incubi peggiori per noi digital strategist? Nei social network, laddove tutto ciò che viene detto o fatto lascia una sua traccia per sempre. Ok, ne conveniamo: questo articolo sta prendendo una piega inconsueta, ma vi assicuriamo che quello che stiamo per raccontarvi è il compendio dei nostri peggiori incubi!    Il mattino ha l’oro in bocca… Really? Facebook ha introdotto ormai da anni la possibilità di programmare i post: eppure esistono pagine aziendali che ancora pubblicano ad orari impensabili senza valutare quali siano realmente i momenti della giornata in cui il loro pubblico è più disponibile a leggere e condividere un post. Un post su Facebook alle prime luci dell’alba è per noi inquietante quanto Jack Nicholson che batte a macchina “All work and no play makes Jack a dull boy” in Shining! Perciò ricordate: Keep Calm e Programmate!   Non guardare quel post! L’importanza delle immagini è un concetto che non è affatto scontato nel mondo dei social network: per questo gran parte della sfida di una web agency con un cliente ruota... Leggi tutto

Saldi: best practices per un’efficace social media strategy

Saldi: best practices per un’efficace social media strategy
Saldi: best practices per un’efficace social media strategy

I social network negli ultimi anni sono diventati il principale strumento di promozione nel periodo dei saldi: dal momento che sempre più consumatori consultano il web prima dei loro acquisti e che questa consultazione avviene sempre più esclusivamente in mobilità, i social network più popolari (la piattaforma Facebook - Instagram in primis) hanno assunto un ruolo di rilievo nel processo decisionale. Per le aziende è fondamentale e anche più conveniente gestire una promozione sui social media rispetto ai soliti investimenti su mezzi come la stampa tradizionale, la televisione, la radio e persino le campagne Google Adwords: inoltre i social media consentono di conoscere la reazione da parte dei potenziali clienti in tempo reale, permettendo così di modificare la propria strategia per aumentare la risposta. Ma come pianificare una campagna efficace di social media marketing e conquistare visibilità in un periodo come quello dei saldi dove la concorrenza è spietata? Vi sveliamo le best practices per una social media strategy di successo che in questi anni abbiamo consolidato con una lunga esperienza. Chi "prima" comincia è a metà dell’opera I saldi sono una guerra giocata principalmente sul tempo: create aspettativa nelle settimane precedenti ai saldi, anticipando quelle che possono essere le promozioni più... Leggi tutto

Come realizzare un piano di comunicazione performante

Tecnostudi comunicazione Bologna - piano di comunicazione
Come realizzare un piano di comunicazione performante

Le vittorie più schiaccianti sono sempre quelle che hanno dietro una buona strategia: le aziende, specialmente le piccole e media imprese, sono spesso portate però a credere che la pianificazione sia un momento importante soltanto all’inizio di un’attività, quando ancora si è in fase di definizione degli obiettivi di business. Le stesse aziende spesso confondono la pianificazione del proprio marketing con quella della propria comunicazione: in realtà queste camminano spesso parallelamente, sebbene la seconda sia in qualche modo contenuta all’interno della prima. Un piano marketing può in effetti essere definito all’inizio di un’attività, mentre il piano di comunicazione declina gli obiettivi generali del marketing in obiettivi specifici legati alla brand awareness e alla promozione. Vediamo insieme in che modo un piano di comunicazione è fondamentale per la strategia più generale di marketing della tua azienda.   I vantaggi del piano di comunicazione Pensa al tuo piano come la tua roadmap: sai dove vuoi andare, ma hai bisogno di un percorso per arrivarci. Il piano di comunicazione è il tuo percorso. Un buon piano ti aiuta a chiarire i rapporti tra le diverse forze messe in campo dalla tua strategia: le persone del tuo team devono sapere come contribuiranno alla realizzazione degli obiettivi e di cosa... Leggi tutto

Influencer marketing

Tecnostudi comunicazione Bologna - influencer marketing
Influencer marketing

L’influencer marketing è un fenomeno che sta subendo una grossa accelerazione negli ultimi anni: piuttosto che puntare a raggiungere direttamente i consumatori, sempre più brand scelgono di ispirare il loro potenziale pubblico con l’aiuto di celebrity, esperti, ambassador, blogger e vip. L’influencer marketing è ormai una disciplina che risulta efficace esclusivamente con un corretto mix di coordinate strategiche: le aziende che scelgono gli influencer, infatti, spesso adottano un approccio sbagliato, perché non hanno chiari gli obiettivi della loro comunicazione. Cosa NON è l’influencer Prima di approfondire i concetti chiave dell’influencer marketing, chiariamo subito cosa non è un influencer e cosa non può fare: l’influencer non è un testimonial, o almeno non lo è il più delle volte: non è infatti quello che un tempo poteva definirsi “la faccia” del tuo brand perché spesso non è fedele ad un solo marchio ma è sempre molto fedele al suo pubblico; un influencer ha infatti un rapporto di fiducia con il suo target, che lo segue perché si fida della sincerità delle sue opinioni; un influencer non è per tutti: non reclutare un blogger, uno youtuber, un esperto pensando che piacerà a tutto il tuo pubblico; al contrario dovrai lavorare su target differenti e obiettivi... Leggi tutto

Come convertire le interazioni web in risultati di vendita

Come convertire le interazioni web in risultati di vendita
Come convertire le interazioni web in risultati di vendita

Quando si parla di Web le metafore più ricorrenti sono “rete”, “mare”, “oceano”: questo campo semantico in realtà ha dietro un comune errore di valutazione, quello che porta spesso le aziende a pensare che l’approccio marketing corretto al mondo di Internet sia quello di gettar l’amo e attendere che gli utenti abbocchino. Qualunque brand voglia parlare al Popolo di Internet, deve innanzitutto considerare di essere un attore tra tanti, desiderosi di connettersi per diffondere i propri messaggi, siano essi di natura commerciale o meno. “I mercati sono conversazioni”: è il primo dei 95 articoli de The Cluetrain Manifesto, l’opera di Rick Levine, Christopher Locke, Doc Searls e David Weinberger, pubblicata nel 1999 e che oggi è da molti considerata la guida spirituale dell’approccio al mondo digitale. Un buon punto di partenza, ma che agli stessi autori non deve esser sembrato sufficiente: nel 2015 Searls e Weinberger hanno aggiunto altre 121 tesi al loro Manifesto e l’intro di questi nuovi clues suona così: “Internet siamo noi, connessi”. Sì, nel bene e nel male. E dunque, la mia azienda, il mio prodotto, il mio business, come deve approcciarsi al popolo di Internet se l’obiettivo finale è quello di generare profitto? Partendo dal presupposto che Internet... Leggi tutto

Come capire se la tua comunicazione web ha bisogno di un restyling

La tua comunicazione web ha bisogno di un restyling?
Come capire se la tua comunicazione web ha bisogno di un restyling

Qualunque brand voglia parlare al popolo di Internet, deve innanzitutto considerare di essere un attore tra tanti, desiderosi di connettersi per diffondere i propri messaggi, siano essi di natura commerciale o meno. Spesso le aziende nonostante i numerosi sforzi dedicati alla comunicazione web, non riescono a raggiungere gli obiettivi prefissati: non hanno molti follower sui social media, non generano engagement dalle loro attività e soprattutto non riescono a convertire i fan in lead, cioè in contatti utili. Quando un’azienda si rivolge ad un’agenzia specializzata lo fa perché non conosce realmente gli errori della propria strategia: questo avviene perché spesso si antepongono i piccoli obiettivi a breve termine a quelli di medio e lungo periodo. Come comprendere allora il momento in cui la propria comunicazione sul web ha bisogno di un restyling? Ecco alcune considerazioni utili per analizzare i propri risultati e valutare un eventuale intervento strategico. Se i tuoi follower non sono il tuo target Nel web la quantità non è tutto: tanti follower, molte visite al proprio sito web o al corporate blog non corrispondono spesso a un risultato equivalente in termini di contatti acquisiti, vendite, buona brand reputation. La qualità è il fattore che definisce il target di una strategia web: per generare... Leggi tutto

Il nostro sito fa uso di Cookies per memorizzare alcuni tuoi dati e per offrirti la migliore esperienza di navigazione. Nella nostra Cookie Policy (link alla policy) puoi vedere tutti i cookies che utilizziamo e come esercitare i tuoi diritti in base al regolamento UE 2016/679 (GDPR). Cliccando sul pulsante accetti l’utilizzo dei Cookies per il nostro sito. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi