fbpx

La SEO in una strategia di successo

da | Novembre 16, 2017 | Blog, Digital

Cosa significa SEO?

Lo avrete già letto su molte fonti: il significato dell'acronimo SEO sta per "Search engine optimization", ovvero ottimizzazione per i motori di ricerca (web); o ancor meglio "Search experience optimization", ovvero l'ottimizzazione dell'esperienza stessa di ricerca. Quello su cui noi vogliamo mettere l'accento è la questione: a cosa ti serve la SEO? In quest'ottica la SEO è la pratica di aumentare la quantità e la qualità del traffico al tuo sito web attraverso i risultati organici dei principali motori di ricerca.

Su quali motori di ricerca fare SEO?

Quando scriviamo di motori di ricerca intendiamo - da qui in avanti - Google. Questo non perché non ci siano motori di ricerca validi su cui fare posizionamento (Bing, Qwant, Baidu, Yahoo e la lista è davvero lunga e difficilmente esauribile), ma perché la logica alla base di Google, che è il principale motore di ricerca con oltre il 77% del mercato, è valida anche per gli altri motori di ricerca, per cui fare posizionamento per Google equivale, attualmente, a farlo per tutti i principali motori di ricerca.

La SEO è morta... anzi no

In diversi articoli anche di riviste autorevoli dal 2014 ad oggi si parla della morte delle tecniche di posizionamento e del fatto che, man mano che Google diventa più "bravo" nel trovare contenuti di valore per le proprie ricerche, le tecniche SEO smettono di avere valore e che quindi non ha alcun senso continuare ad investire sul posizionamento di un sito web, di un ecommerce, di un portale.

Le cose non stanno esattamente così. Vi consiglio la lettura di un bellissimo articolo di Neil Patel (non esattamente un signor nessuno nel campo) pubblicato il 7 Febbraio 2017 e che risponde molto bene alla domanda. Letto? Bene, se dovessi sintetizzare la risposta, ora che avete (vero?) letto con attenzione le argomentazioni di Patel, potrebbe essere: la SEO non è morta, stanno agonizzando - e prima o poi spariranno - tutte quelle tecniche SEO non mirate a valorizzare contenuti di qualità ma a far scalare le classifiche dei motori di ricerca a contenuti privi di qualità! Le tecniche comunemente conosciute come "black hat".

Cos'è la black hat SEO?

Black hat... ovvero i trucchi miracolosi, quelli in grado di portare una pagina appena nata su un argomento affollatissimo dopo poche settimane in cima ai risultati di ricerca. Sgombriamo il campo da possibili fraintendimenti. I trucchi nel posizionamento (come nella vita) possono funzionare, e magari darvi ottimi risultati ma presto o tardi verranno scoperti da Google! Cosa succede a quel punto? Nella migliore delle ipotesi perderete il posizionamento ottenuto; nella peggiore (e più probabile) delle ipotesi, il vostro sito verrà penalizzato da Google e potreste non essere più in grado di posizionarvi per alcunché.

Cos'è la white hat SEO? Funziona?

Le tecniche di white hat sono tutti i modi di presentare al meglio i propri contenuti di valore. È questa la chiave, presentare contenuti di valore che vengano davvero incontro a ciò che una persona cerca sul web.

Come abbiamo scritto nel paragrafo precedente con tecniche di black hat si possono ottenere ottimi risultati in breve tempo, ma dovrai costantemente essere alla ricerca di aggiornamenti sui motori di ricerca e trovare nuovi modi per evitare la scure degli aggiornamenti degli algoritmi di Google.

Concentrarsi invece su tecniche white hat vuol dire costruire un business online sostenibile. Se fai SEO in questo modo, ti concentrerai sul tuo pubblico, cercando di dare loro il miglior contenuto possibile, rendendolo facilmente accessibile e giocando secondo le regole del motore di ricerca e, in prospettiva, in anticipo sugli aggiornamenti degli algoritmi di Google.

Realizzare un buon sito web, scrivere contenuti di alta qualità che risolvono i problemi delle persone, linkare le tue pagine ad altre fonti e ottenere azioni sociali (condivisioni, link al tuo sito web)... questo ti permetterà di fare SEO efficacemente oggi e domani!

Ho bisogno di un SEO specialist?

Dipende. Le competenze per fare una buona SEO sono molteplici. Tutto quello che sto scrivendo della SEO deriva dalla mia esperienza sul campo. Un SEO specialist che faccia un buon lavoro deve avere testato a fondo le proprie teorie nella pratica, quindi non è un lavoro che si può improvvisare "sapendone di internet". Un SEO Specialist deve conoscere a fondo le dinamiche dei motori di ricerca e deve avere abbastanza conoscenze tecniche da poter curare quello che comunemente viene chiamato SEO tecnico, ovvero deve sapere dove mettere le mani per modificare il codice di un sito web per poterlo presentare al meglio ai motori di ricerca. Infine un SEO specialist deve poter produrre contenuti di valore, quindi deve saper scrivere.

Spesso la soluzione migliore, in questo caso, è affidarsi ad un'agenzia, perché all'interno di un'agenzia seria possono esserci tutte queste capacità non necessariamente in un'unica persona.

Come capisco se un'agenzia SEO lavora seriamente?

Non è semplice capire se un'agenzia SEO è seria o - come spesso accade - si improvvisa in un lavoro così complesso e articolato. Quando chiedi un preventivo ad un'agenzia per il tuo progetto web, prova a rispondere a queste domande.

Nei commenti all'articolo spiegherò quelle che sono secondo la mia esperienza le risposte che un'agenzia seria dovrebbe dare :)

Articoli Recenti

Bologna

Via Ferrarese 65, 40128
+39 051 352666

P.IVA e C.F. IT02141330379
R.E.A. BO 253189
Capitale sociale € 10.400 i.v.
PEC: tecnostudi@pec.it
EMAIL: tecnostudi@mptstudi.com

 

 

 

Pin It on Pinterest

Share This