25 giugno 2018

Facebook Marketing per aziende B2B: tutto ciò che devi sapere

Tecnostudi comunicazione Bologna aziende b2b
Tempo di lettura: 3 minuti

Per alcune aziende è relativamente semplice ottenere like, fan e commenti su Facebook, per altre invece la sfida è un po’ più ardua. Come agenzia di comunicazione abbiamo spesso rassicurato le aziende che lavorano nel B2B sul fatto che sì, anche Facebook può essere una buona occasione di marketing.

Non siamo su LinkedIn e occorre qualche sforzo in più e molta più strategia, ma tuttavia è possibile individuare anche su Facebook una community che possa essere coinvolta in modo organico e autentico.

Prova le Stories

È facile suscitare emozione in un utente di Facebook se si parla di un prodotto di make up, di un abito, di un ristorante, una penna…

Questa connessione emotiva può essere più difficile da stabilire per i clienti B2B, perché il business non è così emotivamente coinvolgente come le esperienze che ci riguardano nella nostra vita personale. Pensaci: sei più affezionato al tuo parrucchiere o al fornitore delle macchinette del caffè del tuo ufficio?

Le Stories possono aiutarti a costruire quella relazione con il tuo cliente necessaria per creare una community su Facebook: puoi raccontare sia la storia del tuo brand che, per estensione, le storie dei tuoi clienti. A volte puoi fare entrambe le cose contemporaneamente. Vedrai che una Stories sulla giornata di lavoro del tuo team può suscitare più interesse di quello che pensi sui tuoi potenziali clienti.

Pubblica più video

Il video ottiene più engagement rispetto ad altri tipi di post e ti permette inoltre di trattare più informazioni in un tempo più breve e in modo meno “noioso”. Questo è vero sia per gli annunci video sia per i video che appaiono nel feed della tua pagina.

Ricorda che storytelling e video vanno di pari passo. Un minuto di video ti dà molto più spazio per raccontare una storia rispetto ad un semplice post con testo: hai mai provato a spiegare i tuoi servizi con un video che mostra te e i tuoi dipendenti al lavoro?

Vai in diretta

Abbiamo già detto che le persone a volte hanno problemi a connettersi con le aziende B2B nello stesso modo in cui lo fanno con le attività B2C: questo perché spesso nel mondo business è richiesta una certa dose di professionalità che può apparire a volte artefatta e poco “umana”. Il modo per aggirare questo problema è dare un volto alle persone reali dietro il brand.

Facebook Live è un modo fantastico per mostrare agli utenti il volto umano della tua azienda: inoltre questo ti permette di interagire con il pubblico della tua pagina, che potrà a questo punto anche porre domande e chiedere chiarimenti sui tuoi servizi.

Inoltre una live su Facebook ottiene un coinvolgimento più elevato dei tuoi fan e più visualizzazioni di un semplice video: pronto per andare in diretta?

Considera la creazione di un gruppo

Se la tua azienda ha un numero ampio di clienti, considera la possibilità di creare uno o più gruppi privati ​​su Facebook. Puoi scegliere di creare un gruppo dedicato ai tuoi clienti migliori e più fedeli; all’interno del gruppo potrai invitare gli utenti a porre domande alle quali gli esperti del tuo staff risponderanno.

Un esempio: in questi giorni in cui si parla tanto di sicurezza, privacy e GDPR, se hai uno studio di consulenza su questi temi puoi creare un gruppo privato solo per i tuoi clienti dove li aggiornerai periodicamente delle novità sulle normative, delle scadenze da seguire, dei documenti da produrre e così via. In questo modo otterrai non soltanto la loro fiducia ma concretamente creerai l’occasione per ricordare ai tuoi clienti che tu sei disponibile ad aiutarli e che devono soltanto prendere appuntamento.

Questo è un modo eccellente per offrire valore aggiunto ai tuoi clienti tramite Facebook. Infine i post dei gruppi si presentano più spesso di altri tipi di post all’interno del feed delle notizie: questo può darti un bel vantaggio sui tuoi competitor. Per un’azienda B2B può essere più utile informare o educare i propri follower, piuttosto che intrattenerli.

Un’azienda B2B non è e non deve essere noiosa su Facebook: può essere umana, coinvolgente, interessante. Occorre qualche sforzo in più, ma una volta raggiunta la fiducia dei propri follower è facile convertirli in clienti, più di quanto accade con un’azienda B2C.

The following two tabs change content below.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il nostro sito fa uso di Cookies per memorizzare alcuni tuoi dati e per offrirti la migliore esperienza di navigazione. Nella nostra Cookie Policy (link alla policy) puoi vedere tutti i cookies che utilizziamo e come esercitare i tuoi diritti in base al regolamento UE 2016/679 (GDPR). Cliccando sul pulsante accetti l’utilizzo dei Cookies per il nostro sito. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi