Blog

Perché abbiamo deciso di aprire un blog aziendale? Ci sono molte agenzie che lo fanno e molti blog gestiti ottimamente su argomenti relativi a marketing e comunicazione: cosa possiamo avere da dire in più rispetto a tutti questi professionisti? Cosa possiamo dire di nuovo ed originale?

 

Ci siamo risposti che l’unico modo per aggiungere qualcosa alle conversazioni quotidiane su questi argomenti è essere noi stessi. Non ci interessa essere autoreferenziali e descrivervi punto punto i nostri lavori, ma parlarvi della filosofia e dell’approccio che sta ogni giorno a monte del nostro modo di lavorare.
Pensiamo che un blog sia uno splendido modo per entrare in contatto con il nostro pubblico, con il quale scambiare opinioni ed expertise, al quale poter in alcuni casi essere d’aiuto e in altri trarre insegnamenti da esso.

 

Vogliamo condividere con la nostra vision del mondo della comunicazione, la meravigliosa avventura che intraprendiamo ogni giorno al suo interno. Vi parleremo di quelli che per noi sono i capisaldi del corretto modo di fare comunicazione e di essere professionisti, di quello che per noi è importante ed efficace ogni giorno.

 

Vi daremo il nostro punto di vista, ma saremmo molto felici di conoscere il vostro!

Saldi: best practices per un’efficace social media strategy

Saldi: best practices per un’efficace social media strategy
Saldi: best practices per un’efficace social media strategy

I social network negli ultimi anni sono diventati il principale strumento di promozione nel periodo dei saldi: dal momento che sempre più consumatori consultano il web prima dei loro acquisti e che questa consultazione avviene sempre più esclusivamente in mobilità, i social network più popolari (la piattaforma Facebook - Instagram in primis) hanno assunto un ruolo di rilievo nel processo decisionale. Per le aziende è fondamentale e anche più conveniente gestire una promozione sui social media rispetto ai soliti investimenti su mezzi come la stampa tradizionale, la televisione, la radio e persino le campagne Google Adwords: inoltre i social media consentono di conoscere la reazione da parte dei potenziali clienti in tempo reale, permettendo così di modificare la propria strategia per aumentare la risposta. Ma come pianificare una campagna efficace di social media marketing e conquistare visibilità in un periodo come quello dei saldi dove la concorrenza è spietata? Vi sveliamo le best practices per una social media strategy di successo che in questi anni abbiamo consolidato con una lunga esperienza. Chi "prima" comincia è a metà dell’opera I saldi sono una guerra giocata principalmente sul tempo: create aspettativa nelle settimane precedenti ai saldi, anticipando quelle che possono essere le promozioni più... Leggi tutto

Corporate Storytelling: il caso di Ciicai

corporate storytelling cicaii
Corporate Storytelling: il caso di Ciicai

La storia per un’azienda ha sempre un peso rilevante nella costruzione della strategia di marketing: è il passato a raccontare spesso l’identità di un’impresa. Per questo motivo è importante condividere momenti di narrazione della propria storia aziendale con i propri interlocutori chiave: i clienti, i dipendenti, i partner commerciali e i membri della propria comunità di riferimento. La storia può dimostrare che sono state prese buone decisioni aziendali, che si rispetta il ruolo e il valore dei propri dipendenti, che si ricercano le soluzioni migliori per i clienti, che l’azienda ha una responsabilità sociale; infine è partendo dalla storia di un’azienda che si può immaginarne il futuro. Corporate storytelling: perché raccontare la propria cultura aziendale Fare corporate storytelling non è però semplice: è necessaria una comprensione strategica e una pianificazione intelligente per comunicare bene la storia di un marchio. Per raccontare il patrimonio culturale di un’azienda in modo efficace bisogna mettere da parte la tendenza ad essere semplicemente autorefenziali e imparare a costruire una storia di marca che risponda ai bisogni del proprio target: i tuoi dipendenti hanno bisogno di una spinta motivazionale? Potresti raccontare le storie di coloro che hanno contribuito al successo della tua azienda; i tuoi consumatori vogliono avere... Leggi tutto

Come realizzare un piano di comunicazione performante

Tecnostudi comunicazione Bologna - piano di comunicazione
Come realizzare un piano di comunicazione performante

Le vittorie più schiaccianti sono sempre quelle che hanno dietro una buona strategia: le aziende, specialmente le piccole e media imprese, sono spesso portate però a credere che la pianificazione sia un momento importante soltanto all’inizio di un’attività, quando ancora si è in fase di definizione degli obiettivi di business. Le stesse aziende spesso confondono la pianificazione del proprio marketing con quella della propria comunicazione: in realtà queste camminano spesso parallelamente, sebbene la seconda sia in qualche modo contenuta all’interno della prima. Un piano marketing può in effetti essere definito all’inizio di un’attività, mentre il piano di comunicazione declina gli obiettivi generali del marketing in obiettivi specifici legati alla brand awareness e alla promozione. Vediamo insieme in che modo un piano di comunicazione è fondamentale per la strategia più generale di marketing della tua azienda.   I vantaggi del piano di comunicazione Pensa al tuo piano come la tua roadmap: sai dove vuoi andare, ma hai bisogno di un percorso per arrivarci. Il piano di comunicazione è il tuo percorso. Un buon piano ti aiuta a chiarire i rapporti tra le diverse forze messe in campo dalla tua strategia: le persone del tuo team devono sapere come contribuiranno alla realizzazione degli obiettivi e di cosa... Leggi tutto

Influencer marketing

Tecnostudi comunicazione Bologna - influencer marketing
Influencer marketing

L’influencer marketing è un fenomeno che sta subendo una grossa accelerazione negli ultimi anni: piuttosto che puntare a raggiungere direttamente i consumatori, sempre più brand scelgono di ispirare il loro potenziale pubblico con l’aiuto di celebrity, esperti, ambassador, blogger e vip. L’influencer marketing è ormai una disciplina che risulta efficace esclusivamente con un corretto mix di coordinate strategiche: le aziende che scelgono gli influencer, infatti, spesso adottano un approccio sbagliato, perché non hanno chiari gli obiettivi della loro comunicazione. Cosa NON è l’influencer Prima di approfondire i concetti chiave dell’influencer marketing, chiariamo subito cosa non è un influencer e cosa non può fare: l’influencer non è un testimonial, o almeno non lo è il più delle volte: non è infatti quello che un tempo poteva definirsi “la faccia” del tuo brand perché spesso non è fedele ad un solo marchio ma è sempre molto fedele al suo pubblico; un influencer ha infatti un rapporto di fiducia con il suo target, che lo segue perché si fida della sincerità delle sue opinioni; un influencer non è per tutti: non reclutare un blogger, uno youtuber, un esperto pensando che piacerà a tutto il tuo pubblico; al contrario dovrai lavorare su target differenti e obiettivi... Leggi tutto

E tu hai una mucca viola nel tuo business?

La Mucca viola di Seth Godin
E tu hai una mucca viola nel tuo business?

Recensione La Mucca viola di Seth Godin Seth Godin è uno dei più autorevoli pensatori nell'attuale panorama dell'economia e del management. È un imprenditore di successo, tiene conferenze e, tra un libro e l'altro, genera idee a flusso continuo in uno dei blog più visitati del pianeta. È fondatore e CEO di Squidoo. Il suo blog è tra i più letti e linkati del mondo e non solo nel campo del business: è uno dei cento più visitati in assoluto. È anche autore di numerosi libri, tra i quali LA MUCCA VIOLA rimane uno dei suoi classici. Vediamo insieme perché. Che cosa contraddistingue imprese di successo come Apple, Google, Ikea, Starbucks? Perché queste aziende continuano a stupire grazie ai risultati più che positivi? La risposta è una sola: tutte queste compagnie hanno creato prodotti eccezionali, prodotti per i quali le persone sono entusiaste e di cui parlano con tutti i loro amici e parenti, aumentando così il “word of mouth”. Le 4 P tradizionali del marketing: Prodotto, Prezzo, Promozione e Punto vendita non funzionano più. Oggi, all'elenco, c'è da aggiungere un'altra P: quella di Purple Cow, la Mucca Viola.   La Mucca Viola è: qualcosa di fenomenale, inatteso e assolutamente incredibile che è dentro il prodotto ... Leggi tutto

Come convertire le interazioni web in risultati di vendita

Come convertire le interazioni web in risultati di vendita
Come convertire le interazioni web in risultati di vendita

Quando si parla di Web le metafore più ricorrenti sono “rete”, “mare”, “oceano”: questo campo semantico in realtà ha dietro un comune errore di valutazione, quello che porta spesso le aziende a pensare che l’approccio marketing corretto al mondo di Internet sia quello di gettar l’amo e attendere che gli utenti abbocchino. Qualunque brand voglia parlare al Popolo di Internet, deve innanzitutto considerare di essere un attore tra tanti, desiderosi di connettersi per diffondere i propri messaggi, siano essi di natura commerciale o meno. “I mercati sono conversazioni”: è il primo dei 95 articoli de The Cluetrain Manifesto, l’opera di Rick Levine, Christopher Locke, Doc Searls e David Weinberger, pubblicata nel 1999 e che oggi è da molti considerata la guida spirituale dell’approccio al mondo digitale. Un buon punto di partenza, ma che agli stessi autori non deve esser sembrato sufficiente: nel 2015 Searls e Weinberger hanno aggiunto altre 121 tesi al loro Manifesto e l’intro di questi nuovi clues suona così: “Internet siamo noi, connessi”. Sì, nel bene e nel male. E dunque, la mia azienda, il mio prodotto, il mio business, come deve approcciarsi al popolo di Internet se l’obiettivo finale è quello di generare profitto? Partendo dal presupposto che Internet... Leggi tutto

Perché il neuromarketing è lo strumento migliore per le pmi

Tecnostudi comunicazione Bologna Neuromarketing e PMI
Perché il neuromarketing è lo strumento migliore per le pmi

Ormai sono molti i blog, i libri e anche gli eventi che parlano di neuromarketing: applicato al web soprattutto, ma anche alla vendita o ai video. Neuromarketing per le PMI Cosa sia il Neuromarketing lo abbiamo visto in alcuni articoli precedenti, ma qui vorrei accompagnarti verso la risposta ad una domanda fondamentale, ovvero: PERCHÉ IL NEUROMARKETING PER LE PMI? Sembra una provocazione: chi ha avuto modo di approfondire queste tematiche dovrebbe aver ben chiaro quali siano i plus che tale disciplina può portare al proprio business, ma non è scontato che chi gestisce una PMI senta la necessità di approcciare una metodologia così innovativa per migliorare le performance della propria comunicazione. Voglio invece spiegarvi perché siete proprio voi piccoli e medi imprenditori a poterne trarre i migliori vantaggi! Il Neuromarketing non è l’ultima moda in fatto di vendite o di comunicazione, né del trend più innovativo per fare landing page veramente efficaci nella conversione, o di come ordinare i box di testo e di immagini sul tuo e-commerce per vendere di più. Il Neuromarketing è una scienza che vi aiuta a capire come i vostri potenziali clienti recepiscono a livello inconscio i messaggi che gli volete proporre. Questo in estrema sintesi ovviamente. Ma tale definizione, unita... Leggi tutto

Perché il catalogo aziendale è importante per il tuo marketing

Catalogo aziendale: perché è importante per il tuo marketing
Perché il catalogo aziendale è importante per il tuo marketing

Storia del catalogo aziendale Nel 1872 Montgomery Ward, un piccolo imprenditore statunitense, divenne celebre per quello che sarebbe diventato uno degli strumenti più utilizzati dal marketing: il catalogo. Raccolse infatti in un unico foglio un elenco della merce che il suo negozio vendeva e lo spedì ai consumatori più lontani: oggi una grande catena statunitense porta il nome di Montgomery e i suoi cataloghi sono diventati molto celebri. Non è l’unico esempio di catalogo aziendale di successo: basti pensare al famoso catalogo Ikea che ogni anno è atteso dai consumatori e che vanta dei veri e propri collezionisti. L’azienda svedese cura ogni anno la realizzazione del catalogo con concept sempre originali e di tendenza. Perché realizzare un catalogo aziendale? I cataloghi restano dunque tra i materiali marketing più diffusi e richiesti dalle aziende; ecco due dei principali motivi per cui dovresti valutarlo all’interno della tua strategia di marketing: contribuiscono alla credibilità e all’identità del brand: un potenziale cliente davanti ad un catalogo aziendale dal design accattivante e ben realizzato ha la percezione di entrare a contatto con un’azienda seria, strutturata e motivata; funzionano da promemoria visivo: viviamo in un mondo digitalizzato, è vero, ma spesso i piccoli rivenditori, che ricevono frequentemente la visita... Leggi tutto

Cosa è il Neuromarketing: dove le neuroscienze incontrano il marketing

neuromarketing
Cosa è il Neuromarketing: dove le neuroscienze incontrano il marketing

Oramai una cosa è certa: siamo nel pieno di un cambio di paradigma epocale per la società. I mercati sono diventati fluidi, i luoghi degli acquisti sono ormai dovunque, nel mondo fisico e in quello digitale, e la persona/consumatore muta i propri comportamenti in funzione dei contesti in cui si trova (Effetto Framing). Le decisioni degli acquisti avvengono in pochi momenti e si manifestano nella mente del consumatore come dei “lampi” durante i quali il cervello combina le informazioni raccolte dall’ambiente con quelle che già risiedono nella memoria di lungo periodo, e che fanno riferimento alle esperienze d’uso, alle conoscenze della marca o del prodotto o all’engagement emozionale che si concretizza per effetto della comunicazione, del packaging o del contesto stesso. Le aziende oggi si trovano a competere in un contesto che ha perso i suoi riferimenti di marketing storico con teorie e costrutti logici che hanno fornito chiavi previsionali efficaci in condizioni di sviluppo lineare dei mercati, attivando modelli socio-psicologici e mappature degli atteggiamenti, ma che appaiono ormai inadeguate alla luce delle evidenze neuro scientifiche relative alla dimensione inconsapevole dei comportamenti economici delle persone. Nascita del Neuromarketing Il Neuromarketing nasce ufficialmente nel 2003 ed è la nuova frontiera del marketing per comprendere... Leggi tutto

Come capire se la tua comunicazione web ha bisogno di un restyling

La tua comunicazione web ha bisogno di un restyling?
Come capire se la tua comunicazione web ha bisogno di un restyling

Qualunque brand voglia parlare al popolo di Internet, deve innanzitutto considerare di essere un attore tra tanti, desiderosi di connettersi per diffondere i propri messaggi, siano essi di natura commerciale o meno. Spesso le aziende nonostante i numerosi sforzi dedicati alla comunicazione web, non riescono a raggiungere gli obiettivi prefissati: non hanno molti follower sui social media, non generano engagement dalle loro attività e soprattutto non riescono a convertire i fan in lead, cioè in contatti utili. Quando un’azienda si rivolge ad un’agenzia specializzata lo fa perché non conosce realmente gli errori della propria strategia: questo avviene perché spesso si antepongono i piccoli obiettivi a breve termine a quelli di medio e lungo periodo. Come comprendere allora il momento in cui la propria comunicazione sul web ha bisogno di un restyling? Ecco alcune considerazioni utili per analizzare i propri risultati e valutare un eventuale intervento strategico. Se i tuoi follower non sono il tuo target Nel web la quantità non è tutto: tanti follower, molte visite al proprio sito web o al corporate blog non corrispondono spesso a un risultato equivalente in termini di contatti acquisiti, vendite, buona brand reputation. La qualità è il fattore che definisce il target di una strategia web: per generare... Leggi tutto

Il nostro sito fa uso di Cookies per memorizzare alcuni tuoi dati e per offrirti la migliore esperienza di navigazione. Nella nostra Cookie Policy (link alla policy) puoi vedere tutti i cookies che utilizziamo e come esercitare i tuoi diritti in base al regolamento UE 2016/679 (GDPR). Cliccando sul pulsante accetti l’utilizzo dei Cookies per il nostro sito. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi