fbpx

QUARANTA OBIETTIVI PER
I NOSTRI 40 ANNI

40 anni è un bel traguardo.

A 40 anni si è abbastanza giovani da avere ancora mille obiettivi da realizzare, mille sogni, mille giuste aspettative su ciò che ci attende. Ma si è anche abbastanza navigati da sapere quali sono i più importanti tra di essi, quali sono i sogni che davvero ci fanno battere il cuore e su quali aspettative vogliamo davvero puntare.

40 in caratteri romani si scrive XL.  
XL come grande, fuor di misura. Fuori dagli schemi.

E allora festeggiamoli alla grande questi 40 anni. Diamoci grandi obiettivi da raggiungere nei prossimi 40 che ci aspettano e impegniamoci con entusiasmo.
Come abbiamo sempre fatto, altrimenti non saremmo qui a celebrare questo traguardo. 

Ma intanto ci siamo dati 40 obiettivi per questo 2019, 40 modi per festeggiare il nostro percorso, aiutare il prossimo, rendere questo mondo un po’ più green e nel contempo anche divertirci un sacco.

Sarete dei nostri?

I nostri obiettivi

CI DEDICHIAMO A CIÒ CHE SAPPIAMO FARE MEGLIO

CI DEDICHIAMO AGLI ALTRI E ALL’AMBIENTE

CI DEDICHIAMO ALLE SFIDE

Dal nostro blog

Come convertire le interazioni web in risultati di vendita

Quando si parla di Web le metafore più ricorrenti sono “rete”, “mare”, “oceano”: questo campo semantico in realtà ha dietro un comune errore di valutazione, quello che porta spesso le aziende a pensare che l’approccio marketing corretto al mondo di Internet sia quello di gettar l’amo e attendere che gli utenti abbocchino.

Perché il neuromarketing è lo strumento migliore per le pmi

Cosa sia il Neuromarketing lo abbiamo visto in alcuni articoli precedenti, ma qui vorrei accompagnarti verso la risposta ad una domanda fondamentale, ovvero: PERCHÉ IL NEUROMARKETING PER LE PMI?

Sembra una provocazione: chi ha avuto modo di approfondire queste tematiche dovrebbe aver ben chiaro quali siano i plus che tale disciplina può portare al proprio business, ma non è scontato che chi gestisce una PMI senta la necessità di approcciare una metodologia così innovativa per migliorare le performance della propria comunicazione.

Perché il catalogo aziendale è importante per il tuo marketing

Nel 1872 Montgomery Ward, un piccolo imprenditore statunitense, divenne celebre per quello che sarebbe diventato uno degli strumenti più utilizzati dal marketing: il catalogo. Raccolse infatti in un unico foglio un elenco della merce che il suo negozio vendeva e lo spedì ai consumatori più lontani: oggi una grande catena statunitense porta il nome di Montgomery e i suoi cataloghi sono diventati molto celebri.

Come capire se la tua comunicazione web ha bisogno di un restyling

Qualunque brand voglia parlare al popolo di Internet, deve innanzitutto considerare di essere un attore tra tanti, desiderosi di connettersi per diffondere i propri messaggi, siano essi di natura commerciale o meno.

Spesso le aziende nonostante i numerosi sforzi dedicati alla comunicazione web, non riescono a raggiungere gli obiettivi prefissati: non hanno molti follower sui social media, non generano engagement dalle loro attività e soprattutto non riescono a convertire i fan in lead, cioè in contatti utili.

Perché l’intelligence non è analisi di mercato

Per l’azienda raggiungere un obiettivo significa soprattutto investire tempo e forze che spesso sono già occupate nella soluzione di problemi operativi quotidiani: la business intelligence è lo strumento che aiuta a valutare ciò che si sta facendo e il mercato di riferimento, per determinare con maggiore precisione il proprio potenziale di crescita.

Bologna

Via Ferrarese 65, 40128
+39 051 352666

P.IVA e C.F. IT02141330379
R.E.A. BO 253189
Capitale sociale € 10.400 i.v.
PEC: tecnostudi@pec.it
EMAIL: tecnostudi@mptstudi.com

 

 

 

Pin It on Pinterest

Share This